Seleziona una pagina

Mediterraneo

Mediterraneo, grembo eterno di madre natura preistorici abissi di ancestrali dissidi scrigno di sogni segreti naufragati e dispersi nei fondali culla di dolori, di vite spezzate, perdute nell’oblio del tuo azzurro più profondo, orrore della forza distruttiva...

Ovunque tu sia

Non è qui che ci ritroveremo non siamo di questa terra né tu né io, non abbiamo bisogno di cercarci siamo già insieme, quello che sono io sei tu, e tu sei me. Non piango sperando di rivedere ancora i tuoi occhi, ovunque tu sia mi vedi, e se non sento più la tua voce...

La foto

    Ho una foto stampata nella mente stamattina mi si fa luce intorno a  ricordarne E’un giorno chiaro di primavera bella in quel vestito a fiori dal fondo nero corri abbracciando la vita   Sono un fiorellino di campo appena sbocciato ti seguo, arranco...

Naufragio

  E’ un mare in tempesta quest’amore perduto onde grigie di una lunga notte senza stelle ricordo spezzato di un niente mai vissuto.   Sono naufraga, non ho sponde, non ho attracchi, porterò i miei sogni nell’abisso nel buio infinito del fondo.   Sono...

Naduk

Naduk era una bimba bellissima di quattro anni. Aveva gli occhi neri e tondi come quelli di un cerbiatto, i capelli corti e ricciuti e l’incarnato olivastro. Naduk era una bimba indiana ed  era proprio questo che a lei non piaceva. Gli altri bimbi di “Villa Alba” che...

mamma

    Non è il tempo non speso insieme a darmi amarezza ma l’assenza di quello che vorrei ancora spendere con te   non è il vuoto delle parole sciupate e inutili ma il peso di quelle che non ti potrò mai più dire   non più il tuo passo stanco accanto...